SOA categoria OS 7 (finiture di opere generali di natura edile e tecnica)

OS 7: cosa significa ‘qualificazione obbligatoria’ e come distinguere questa categoria SOA dalla OG 1

Per un imprenditore che si accinge a richiedere l’attestazione SOA, il documento obbligatorio per accedere agli appalti pubblici di importo più elevato, c’è solo una cosa peggiore di una categoria dalla declaratoria poco chiara: è una categoria apparentemente limpida che, però, include lavori che sembrano poter rientrare tranquillamente anche in altre qualifiche.

Un esempio su tutti è la OS 7, che di frequente viene confusa con la OG 1 causando notevole confusione in sede di richiesta dell’attestazione SOA.

In questo articolo spiegheremo nel dettaglio quali sono le opere incluse nella categoria OS 7 e come evitare qualsiasi imprevisto burocratico relativo a questa qualifica.

Leggi anche: SOA categoria OS 5 (impianti pneumatici e antintrusione)

Perché dovresti prendere in seria considerazione anche le categorie SOA a qualificazione non obbligatoria, come la OS 7

Secondo il dettato normativo, la categoria SOA OS 7 “Riguarda la costruzione, la manutenzione o ristrutturazione di murature e tramezzature di qualsiasi tipo, comprensive di intonacatura, rasatura, tinteggiatura, verniciatura, e simili nonché la fornitura e la posa in opera, la manutenzione o la ristrutturazione delle opere delle finiture di opere generali quali isolamenti termici e acustici, controsoffittature e barriere al fuoco”.

È una categoria a qualificazione non obbligatoria, ovvero comprende opere che gli esecutori possono, di norma, eseguire anche senza avere la relativa attestazione SOA. In ogni caso, gli operatori economici che realizzano questi lavori hanno la facoltà di subappaltarli, qualora sussistano le condizioni necessarie per questo tipo di contratto.

Ad ogni modo, è opportuno tenere a mente che le stazioni appaltanti sono libere di indicare tra i requisiti di un bando anche le categorie a qualificazione non obbligatoria: per questo motivo, non devono essere etichettate come categorie ‘di serie b’, ma vanno prese in seria considerazione dalle aziende che possiedono i requisiti necessari per poterle richiedere.

Quanto detto poc’anzi va considerato come una semplificazione sintetica di un tema che, in realtà, è molto più ampio e complesso rispetto a quanto riportato. Pertanto, gli imprenditori che operano nel campo degli appalti pubblici sono sempre tenuti a prestare attenzione al contenuto dei singoli bandi e a considerare ogni caso come a sé stante.

Parete di tramezzo in ristrutturazione

 

OS 7 o OG 1? Ecco perché è opportuno il lavoro di uno specialista nel momento in cui si richiede l’attestazione SOA

La categoria SOA OS 7 ha una particolarità che, a volte, è fonte di confusione per gli imprenditori: comprende lavori che possono essere confusi facilmente con quelli inclusi nella OG 1.

Mi spiego meglio: la OG 1 è una delle qualifiche più importanti e comprende un vasto numero di interventi edili tra i quali tutti quelli relativi alla realizzazione di edifici civili. Detto questo, è comprensibile che anche le opere che riguardano le tramezzature possano essere erroneamente considerate come facenti parte della OG 1 stessa.

In realtà, però, queste ultime, e tutte le opere specificatamente indicate nella relativa declaratoria, devono essere necessariamente categorizzate come OS 7 e riportate in questo modo nei CEL rilasciati dai committenti.

Non si tratta di un particolare di poco conto: nell’esame preliminare dei requisiti da soddisfare per ottenere l’attestazione SOA è importante analizzare con cura le informazioni su tutti i lavori realizzati negli anni precedenti (fino a un massimo di 15 anni), assicurandosi che appartengano alla categoria corretta. In caso contrario c’è il rischio che, al momento della richiesta dei CEL necessari per dimostrare di aver effettuato tali opere, la categoria indicata in questi documenti non sia idonea alla qualifica desiderata.

Ad ogni modo, una semplice lettura della declaratoria e delle norme in materia da parte di ‘non addetti ai lavori’ spesso non è sufficiente a fare luce sui dubbi che possono sorgere in sede di preparazione della documentazione relativa alla certificazione SOA. In questa fase è necessaria l’analisi di un esperto che conosca bene la normativa e che abbia un’esperienza tale da assicurare il buon esito del procedimento.

Leggi anche: SOA categoria OS 4 (impianti elettromeccanici trasportatori)

In conclusione

Dopo aver letto questo articolo avrai certamente soddisfatto alcuni dei tuoi dubbi relativi alla categoria SOA OS 7.

Come ti ho spiegato, uno dei problemi riscontrati più spesso dagli imprenditori interessati a questa qualifica risiede nella somiglianza dei lavori in essa compresi con alcuni interventi appartenenti alla OG 1.

Ho cercato di illustrarti in poche righe come distinguere le opere di queste due qualifiche, ma la verità è che non è così semplice farlo, soprattutto se non si conosce alla perfezione la normativa in materia.

Ecco perché, se sei interessato a ottenere questa categoria, prima di procedere alla richiesta dell’attestazione SOA ti consiglio di contattarci e di far esaminare il tuo caso al team di SOAsemplice. Analizzando la tua documentazione saremo in grado di dirti se possiedi i requisiti necessari per questo documento e, da quel momento, gestiremo per te l’intero iter burocratico così che tu possa occuparti serenamente della tua azienda senza perdere tempo dietro a mille norme e adempimenti vari.

Se vuoi approfondire tutto ciò che riguarda l’attestazione SOA e rimanere sempre aggiornato sulle novità in materia, ti invitiamo a seguire il canale YouTube di SOAsemplice. Clicca sull’immagine qui sotto per vedere il nostro video di presentazione.

Video di presentazione del canale YouTube di SOAsemplice

Compila il modulo qui sotto con i tuoi dati

CONTATTACI